Carlo Arrigone

Carlo Arrigone, iscritto all’ordine degli psicologi  della Lombardia dal 1986, riceve come psicoanalista dal 1995 a Milano e a Castellanza. 
Membro di Studium Cartello e della società Amici del Pensiero - S. Freud.

Carlo Arrigone, presidente della coop soc Il Sentiero, dal 1998, con il coinvolgimento del collega Luigi Campagner. Con lui ha fondato nel 1995 la coop sociale La Clessidra e la casa Editrice Odòn. Da allora Il Sentiero  e la Clessidra hanno aperto diverse comunità, denominate successivamente Centri Artemisia Kirikù.

Carlo Arrigone, dal 2012 dirige la comunità Artemisia Junior di Cavenago d’Adda, dove ha tentato diverse modalità di approccio alle problematiche delle sue giovani ospiti, fino ad arrivare, nel 2014 ad ideare il Centro per Trattamento dei Disturbi Borderline di Personalità per giovani adolescenti, denominato Progetto Snodi.
Il progetto ha visto il coinvolgimento attivo del responsabile del Day Hospital del HSR di Milano, il dott. Raffaele Visintini e di alcuni membri della sua equipe. Il progetto Snodi, viene sperimentato dal mese di settembre 2014 nella comunità Artemisia Junior, che da allora si occupa esclusivamente del trattamento dei disturbi borderline di personalità secondo il metodo GET ideato e realizzato dal dott. Raffaele Visintini, con la collaborazione della sua equipe.  

Cenni storici
Dopo un inizio come coordinatore di un centro per disabili, lavora come consulente e supervisore per diversi servizi all’infanzia, comunità educative per minori, comunità per il recupero di tossicodipendenti, centri di aggregazione giovanile, educative di strada, assistenza domiciliare minori, centri per malati AIDS, progetti di consulenza scolastica, comunità mamma bambino, fino ai centri per anziani. Per anni consulente di alcune scuole private dove ha sviluppato progetti innovativi e incontrato insegnanti e genitori per un decennio.
Questa profonda conoscenza del mondo sociale e giovanile e delle problematiche che lo permeano lo ha portato a cercare sempre di innovare e sperimentare.
Negli ultimi anni, dopo aver lavorato e approfondito il campo delle nuove dipendenze, di cui ha pubblicato per le edizioni Odòn sullo Shopping Compulsivo e sul Gioco d’Azzardo Patologico, si è dedicato in prima persona alle giovani adolescenti, cercando di sviluppare un centro che potesse essere efficace per affrontare le loro difficoltà.