Centri_Artemisia

 

I Centri  Artemisia sono “Comunità Educative Mamma-Bambino” che operano in Lombardia e Piemonte, nelle province di Lecco, Lodi e Alessandria. Sono Centri di accoglienza di donne, anche con figli, in situazione di disagio familiare, sociale, psicologico. La loro attività si concentra su interventi in favore della tutela del minore, del sostegno e della verifica delle competenze genitoriali e del sostegno alla maternità.

I Centri Artemisia fanno parte della rete territoriale per il contrasto alla violenza sulle donne. 

Attualmente sono operanti le seguenti strutture:

 

I Centri Snodi, nati nel 2009, accolgono minori e neo-maggiorenni fino ai 24 anni di sesso femminile con diagnosi di disturbo di personalità borderline.

BIMBO SI IMPICCA A 8 ANNI/ Dopo rimprovero: l'ira (e il dramma) di aver deluso un padre troppo "grande"

di Luigi Campagner, ilsussidiario.net, 10 febbraio 2018 

In provincia di Brescia, Un bambino pachistano di 8 anni si è tolto la vita dopo il rimprovero del padre. Gli ha inflitto la massima punizione che poteva. Un fatto che lascia increduli, per il quale cercare un orientamento nelle statistiche non serve, perché i suicidi infantili sono tanto drammatici — clamoroso quello di Samantha Kuberky che si è tolta la vita a sei anni in Oregon nel 2009 — quanto ininfluenti dal punto di vista numerico. Ma il piccolo Omar, lo chiamo così come un bambino pachistano realmente conosciuto in un centro di accoglienza per madri in difficoltà con i loro figli, non era un numero e neppure gli altri rarissimi casi di bambini, sotto i dieci anni, che si sono tolti la vita.

RACCOLTA FONDI PER ARTEMISIA JUNIOR

L'Associazione Armoniosamente, nata con la finalità di sostenere le realtà che si occupano di persone affette dal Disturbo di personalità borderline, ha organizzato un evento di raccolta fondi per il giorno 1 febbraio, alle ore 19,00, presso il Ristorante Villa Reale, in via Luciano Manara 22 a Monza.

IL GIORNO DELLA MEMORIA/Quel piatto di semolino che ha salvato Wanda Póltawska

di Luigi Campagner,ilsussidiario.net, 26 gennaio 2018

Wanda Poltawska è conosciuta come l’amica più cara di Carol Woytila. La sola donna ad avere libero accesso agli appartamenti pontifici di cui – caso unico- possedeva le chiavi dell’ascensore privato. Col giovane sacerdote Woytila si erano conosciuti finita la guerra, dopo l’esperienza del seminario clandestino di lui e della reclusione nel campo di concentramento a Ravensbrück di lei. Un legame tenace e proficuo che fu interrotto solo dalla morte dell’uomo “venuto da lontano”, eletto Papa nel frattempo: un amore durato 55 anni di cui Wanda ha dato testimonianza nel libro Diario di un’amicizia (2010) che raccoglie alcune parti del suo diario spirituale.

VISITA DEL VESCOVO ALL'INCORONATA

in data 28 ottobre alle ore 17.30  la Comunità Educativa "L'Incoronata" di Zorlesco, ha ricevuto la visita del Vescovo di Lodi, Mons. Maurizio Malvestiti, grazie all'interessamento del  Parroco, Don Nunzio Rosi.  E' stata l'occasione per far conoscere al Vescovo la nostra realtà di accoglienza, per raccontargli la nostra storia, in un clima gioioso e molto familiare. Ospiti e operatori sono grati per questo momento di condivisione e di incontro. 

 

" I MIEI IERI" di Alda Merini

I MIEI IERI

"NON SONO PIU' QUELLA DI IERI,

NON SO COME SARO' DOMANI.

MA POSSO DIRTI COME SONO OGGI CON I MIEI IERI."    (Alda Merini)

 

Ecco i pensieri di un'ospite della Comunità Educativa Integrata "Alda Merini" alla poesia:
Si cambia in continuazione.
Possiamo dire di essere "work in progress", processo che ci accompagna per l'intera esistenza: ieri, oggi e domani.
La nostra interiorità è un complesso calderone di bisogni, sensazioni, pensieri, desideri e emozioni. Tutto ciò ci rende "come siamo oggi con i nostri ieri."
Neanche i singoli giorni sono tutti uguali.Solo gli stolti non cambiano, e che brutta cosa, oserei dire!
I nostri ieri (gioie e dolori compresi) ci hanno permesso di essere quello che siamo oggi, e i nostri oggi ci permetteranno di essere ciò che saremo domani.
Gli ieri non dobbiamo ricordarli con sofferenza, ma con gioia perchè è proprio grazie a loro che siamo diventati noi stessi, e non c'è cosa più bella che essere sè stessi!!!!!

 

Tags: 

"TISANA A TEMA" A CASA LA VITA

Lunedì 18 dicembre a "Casa la vita" è partita l'iniziativa della "Tisana a tema": due operatrici conducono una discussione serale di gruppo tra le ospiti su temi inerenti la genitorialità o "l'essere donna" proposti dalle ospiti stesse. L'appuntamento sarà a cadenza quindicinale. Al primo incontro ha partecipato la maggior parte delle ospiti e il confronto è stato molto costruttivo e rispettoso.

TE' DI NATALE A CASA LA VITA

Domenica 17 dicembre si è tenuto a "Casa la vita" il tradizionale Tè di Natale, momento di scambio di auguri tra operatori, volontari e ospiti della struttura. Come ogni anno è stato un pomeriggio molto piacevole, apprezzato e partecipato. E' stato per l'equipe occasione di ringraziare i volontari per il tempo e le energie che dedicano alla collaborazione con la comunità.

Pagine