SNODI è un network di riabilitazione psicologica che dal 2014 raggruppa le attività dei Centri Artemisia e Centri Snodi. Obiettivo: sviluppare una rete di assistenza psicologica come supporto alle istituzioni e agli enti operanti sul territorio per contrastare i fenomeni di disagio di donne, madri

Femminicidio, da Frida Kahlo a Stieg Larsson i conti che non tornano

di Luigi Campagner, ilsussidiario.net, 25 novembre 2016

Piaccia o no, la parola "femminicidio" è entrata nella lingua italiana. Oggi fa sorridere la garbata polemica cui hanno dato vita sulle pagine del Corriere della Sera e del blog la 27esima ora Isabella Bossi Fedrigotti e Barbara Spinelli a proposito della sua cacofonia e dell'opportunità (o meno) della sua adozione. La parola ha fatto capolino nel vocabolario italiano sospinta dai lavori della Convenzione di Istanbul 2011 sulla prevenzione e la lotta contro la violenza sulle donne e la violenza domestica, firmata dall'Italia nel 2012. Le posizioni delle due intellettuali, bene espresse dai titoli dei loro articoli: "Ma non chiamatelo più femminicidio" (Bossi Fedrigotti, 2012) e "Perché si chiama femminicidio" (Spinelli, 2016), sono rimaste emblematiche anche rispetto al dibattito successivo e ai tanti articoli che si sono susseguiti in occasione dei tragici eventi di cui la cronaca, con implacabile costanza, ci informa.

Presentazione del libro di Stefania Bartoccetti "Mi chiamo B."

Vi segnaliamo la presentazione del libro "Mi chiamo B." di Stefania Bartoccetti. L'evento si svolge martedì 22 novembre 2016, h 18.00 presso la Casa dei Diritti in via De Amicis,10 a Milano.
Parleranno del libro con l’autrice:

Morris Ghezzi – Docente di Sociologia del Diritto - Università Statale di Milano
Fulvio Palmieri – Saggista

Il tramonto di Hillary e l'alba per le donne

Segnaliamo l'articolo di Giorgio Vittadini, apparso su ilsussidiario.net, 11 novembre 2016.

Hillary Clinton Wonder Woman è stata bocciata dalle donne stesse perché non le rappresenta. Qual è allora il ruolo della donna nella società e nel mondo del lavoro?

Avrebbe dovuto essere "la prima donna presidente degli Stati Uniti", un'enfasi che ha caricato gran parte della campagna elettorale di Hillary Clinton. Ma non è riuscita a "rompere il soffitto di cristallo" (simbolo del freno alla carriera di categorie storicamente soggette a discriminazioni, come le donne), come ha detto lei stessa nel discorso in cui ha riconosciuto pubblicamente la sua sconfitta. Quanto accaduto è stata davvero la sconfitta dell'evoluzione che la funzione sociale femminile ha subito nell'ultimo secolo? Guardando le analisi del voto americano, sembra invece che a "tradire" Hillary siano state proprio le donne non votandola. Perché? Hanno percepito che di fatto la Clinton non era più una di loro, che è stata una che ha cercato di imporre per tutte uno schema che curiosamente è risultato troppo simile a quello di Wonder Woman (la "dea della guerra") dei fumetti che proprio nelle scorse settimane l'Onu ha nominato Ambasciatrice Onoraria "per l'autodeterminazione di donne e ragazze". Un super eroe, "un personaggio femminile con tutta la forza di Superman ed in più il fascino di una donna brava e bella". Ma non è questa la realtà di milioni di esponenti del sesso femminile in America e nel mondo:le donne reali sono già in grado di mostrare cosa sono in grado di fare.

Convegno a Casale Monferrato il 18 novembre: "Inclusione: esperienze e prospettive"

Abbiamo il piacere di segnalare il convegno "Inclusione: esperienze e prospettive", che si svolgerà il 18 novembre 2016 dalle 9.30 alle 13.00 presso la Comunità genitore-bambino "Santa Teresa", in via Negri 79, a Casale Monferrato (AL). L'evento è organizzato e promosso da Centri Artemisia, Centri Snodi, Associazione culturale Odòn e patrocinato dal Comune di Casale Monferrato. L'ingresso è libero con possibilità di ricevere gli attestati di partecipazione. A conclusione del convegno ci sarà un buffet. L'ingresso è libero.

Nella cucina di Artemisia - La ricetta della settimana: riso alla cantonese

Abbiamo il piacere di condividere una ricetta inviata dalla Comunità Educatvia integrata Artemisia Junior di Cavenago d'Adda (LO). 

Riso alla Cantonese

Chiusura uffici amministrativi del 31 ottobre 2016

Gli uffici amminsitrativi di Castellanza (VA) il giorno 31 ottobre 2016 saranno chiusi. Riapriranno il 2 novembre.

Valentino Rossi e papà Graziano, qual è il segreto di quei due?

Articolo di Luigi Campagner, ilsussidiario.net, 18 ottobre 2016

Gira voce negli ambienti sportivi — lo conferma nel suo ultimo libro Il mio basket (Dalai, 2012) Sandro Gamba — che non ci sia nulla di meglio dell'"allenare un orfano". Un caustico luogo comune che fotografa le condotte di tanti genitori che non sanno far a meno di complicare la vita ai figli. Tuttavia, come altre apparenti verità, anche questa non coglie nel segno, scambiando un dato statistico con la riuscita di un'ambizione. Nomi come Mazzola, Meneghin, Maldini, Sacchetti, Cagnotto e per tagliare corto Bryant (Kobe e papà Joe), sono sufficienti per rendersi conto che la statistica non dice la verità. Almeno non tutta. Nell'elenco manca volutamente il nome Rossi, che negli ultimi due decenni gli italiani hanno imparato ad associare a Valentino e Graziano, dopo averlo indissolubilmente saldato al Pablito dei Mondiali di calcio 1978 e 1982.

Pagine