Centri_Artemisia

 

I Centri  Artemisia sono “Comunità Educative Mamma-Bambino” che operano in Lombardia e Piemonte, nelle province di Lecco, Lodi e Alessandria. Sono Centri di accoglienza di donne, anche con figli, in situazione di disagio familiare, sociale, psicologico. La loro attività si concentra su interventi in favore della tutela del minore, del sostegno e della verifica delle competenze genitoriali e del sostegno alla maternità.

I Centri Artemisia fanno parte della rete territoriale per il contrasto alla violenza sulle donne. 

Attualmente sono operanti le seguenti strutture:

 

I Centri Snodi, nati nel 2009, accolgono minori e neo-maggiorenni fino ai 21 anni di sesso femminile con diagnosi di disturbo di personalità borderline.

CORSO DI MASSAGGIO INFANTILE ALL'INCORONATA

in data 11 novembre presso la nostra struttura L'Incoronata di Zorlesco si è svolto un corso di massaggio infantile, tenuto dalla Dott.ssa Arianna Fornari (Laurea magistrale in psicologia clinica, dello sviluppo e neuropsicologia  presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca). Il corso è stato organizzato a Milano dall'Associazione Italiana di massaggio infantile (A.I.M.I.) dal 19 al 22 ottobre 2017. La Dott.ssa Fornari è venuta presso la nostra struttura per effettuare una lezione a due mamme con bambini piccoli (5 mesi e 11 mesi). 

leggi tutto

A LEZIONE DI.....PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO

Domenica 22 ottobre presso la Comunità Educativa mamma-bambino La Bussola di Merate, si è tenuto un incontro, dedicato alle mamme ospiti presso la Comunità, tenuto dall'ostetrica Dott.ssa Noemi Jennifer Colombo, sul Primo Soccorso pediatrico e la disostruzione delle vie aeree. 

Partecipazione interessata e coinvolta delle nostre 6 mamme, che hanno partecipato attivamente all'incontro ponendo domande all'ostetrica, portando esempi pratici dal loro vissuto quotidiano e ponendo dubbi relativi agli interventi da porre in essere.

 

BODY PAINTING - Il corpo, una tela da dipingere

Nella Comunità Integrata Alda Merini di Castellanza, per giovani donne con disturbo di personalità borderline, ogni mercoledì si svolgono attività creative.

Questa settimana le ragazze, insieme alle educatrici, hanno realizzato il Body Painting, la tecnica di pittura corporea cha ha originissime antichissime. Il Body Painting rappresenta probabilmente la prima forma d’arte praticata dall’uomo.

La pittura corporale rappresentava, e rappresenta tutt'ora, un vero e proprio linguaggio, un sistema di comunicazione non verbale.

Perché a Vienna i bambini sono padroni della città? A Vienna si vedono bambini in giro ovunque. In Italia sarebbero chiusi in una scuola materna, nella capitale austriaca vivono la città accompagnati da educatori. Perché?

di Luigi Campagner Il Sussidiario.net  5 Settembre 2017

Per ravvivare i classici itinerari turistici di Vienna, una delle mete più gettonate dai turisti di tutto il mondo, le guide à la pagestrizzano l'occhiolino alla voglia di trasgressione che ogni viaggio risveglia anche nel più pigro e abitudinario dei viaggiatori. Così assieme ai percorsi klimtiani, tra Palazzo Belvedere e la Palazzina della Secessione, o a quelli che mettono sulle tracce dell'opera di Egon Schiele disseminata nei molti musei dell'ex capitale imperiale, non potranno mancare gli itinerari del gusto, ma neppure quelli del sesso.

Le pubblicità di strip bar, locali per scambisti, o di storici locali riservati a nicchie omosessuali, solo per donne ad esempio (lesbiche o transgender specifica la guida), di saune dedicate, caffè letterari riservati, club o locali per party (la lista è incompleta), si trovano a disposizione negli alberghi, oppure per strada, portate in giro dai risciò, i moderni e più economici concorrenti delle più nobili (e costose) carrozzelle trainate dai cavalli.

 

BATTESIMO ALLA BUSSOLA

Domenica 24 Settembre si terrà presso la Parrocchia di Novate il Battesimo di M., bimbo di 8 mesi ospite insieme alla sua mamma della Comunità Educativa La Bussola di Merate.

Ci sarà poi un momento di festa presso il salone della Comunità per i famigliari, le altre ospiti,le operatrici i volontari e le tirocinanti.

FIOCCO ROSA ALLA BUSSOLA

Lieto evento presso la Comunità educativa La Bussola di Merate!!!

Il 5 settembre è nata M. all'ospedale di Merate, figlia di una signora ospite della Comunità insieme al primogenito.

Benvenuta piccolina!!!

Prof, padri e studenti,trasmettere l'eredità non è un optional

 di Luigi Campagner Il Sussidiario.net  26 Agosto 2017

Quando nel 1914, alla soglia dei sessant'anni, Freud fu invitato a scrivere un breve articolo per una pubblicazione commemorativa del ginnasio dove aveva brillato come studente, non si fece sfuggire l'occasione di tuffarsi negli anni della sua giovinezza: "dai dodici ai diciotto anni". Nonostante i decenni che da essa ormai lo separavano, l'appesantimento della vita borghese e le inequivocabili testimonianze riflesse dallo specchio, quegli anni gli erano subito accessibili: il presente sembrava oscurarsi ed ecco riaffiorare i ricordi dagli angoli reconditi della memoria. La scintilla che dà vita al processo del ricordo è l'emozione complessa provata nei confronti degli antichi maestri. Quei rappresentanti della vita adulta che catalizzavano in modo imperioso gran parte della vita affettiva dei giovani studenti. "Li corteggiavamo — annota Freud — o voltavamo loro le spalle, immaginavamo che provassero simpatie o antipatie probabilmente inesistenti, studiavamo i loro caratteri e formavamo o deformavamo i nostri sul loro modello. Essi suscitavano le nostre rivolte più forti e ci costringevano a una completa sottomissione; spiavamo le loro piccole debolezze ed eravamo orgogliosi dei loro grandi meriti, del loro sapere e della loro giustizia. In fondo li amavamo molto, se appena ce ne davano un motivo" (Psicologia del ginnasiale, 1914). La loro eredità passava necessariamente per la loro persona: "e per alcuni (perché non ammetterlo?), essa è risultata in tal modo sbarrata per sempre".

Pagine