News

25 novembre: Violenza di genere, come uscirne?

Il giorno 25 novembre 2021, in occasione della giornata contro la Violenza sulle Donne, i due progetti Interreg Italia-Svizzera ”Young Inclusion” e ”WaW – Women at Work”, hanno organizzato un evento, per riflettere su questa piaga, dal titolo ”Violenza di genere, come uscirne? Storie e progetti di rinascita”.

Sarà l’occasione per conoscere le iniziative in corso volte a sostenere e favorire il reinserimento in società di donne che hanno subito sulla loro pelle una violenza e, dopo un percorso educativo e terapeutico in community care, stanno tentando la difficile strada della ripartenza.

Questo incontro ci permetterà di conoscere da vicino i due progetti e le storie di rinascita che sanno stimolare. L’appuntamento vedrà la partecipazione di alcune figure politiche di spicco del panorama lombardo, nazionale ed europeo, attive a vari livelli nella lotta alla violenza di genere e impegnate per la parità.

Saranno infatti presenti:

  • Letizia Caccavale, Presidente del Consiglio Pari Opportunità di Regione Lombardia;
  • Luca Santambrogio, Presidente della Provincia di Monza e Brianza, nonché Sindaco di Meda;
  • Pierfranco Maffè, assessore all’istruzione con delega ai Fondi Europei del comune di Monza;
  • Alcide Gazzoli, project manager dei due progetti;
  • Patrizia Gilardi, coordinatrice della Comunità ”La Bussola” di Merate (rete de Il Sentiero);
  • Massimiliano Salini, Europarlamentare;
  • Maria Chiara Gadda, Parlamentare;
  • Carolina Pellegrini, Consigliera di parità di Regione Lombardia.

Parteciperanno a questo evento anche due artisti, Adriana Bagnoli ed Andrea Motta, i quali faranno un’esibizione con musica e parole per riflettere sulla donna, la sua fragilità e un desiderio che nulla riesce a soffocare.

L’evento sarà in presenza presso la Sala dell’Oro, Provincia di Monza e Brianza in via Grigna n° 13 – Monza dalle ore 11.30 alle ore 13.00.

Per seguire l’evento da remoto è stato predisposto un link Zoom.

Per accedervi basta CLICCARE QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *