Centri Snodi

Le caratteristiche del disturbo borderline di personalità

Ecco una sintesi del disturbo borderline di personalità è caratterizzato da:

  • instabilità dell’umore
  • delle relazioni, dell’immagine di sé, dell’identità e del comportamento
  • e più in generale della percezione del senso di sé.

Le persone che soffrono di disturbo borderline di personalità (DBP) si riconoscono le seguenti caratteristiche:

  • ipersensibilità e imprevedibilità
  • repentini cambiamenti di umore
  • incapacità a regolare gli impulsi
  • disorganizzazione nell’elaborazione coerente dei pensieri
  • relazioni affettivamente molto intense ma instabili
  • costante paura dell’abbandono

L’insieme di queste componenti genera nei pazienti borderline una notevole sofferenza e comportamenti molto problematici, impedendo a queste persone di condurre una vita normale.

La sofferenza affettiva  

Il disturbo borderline rende iper sensibili agli stimoli esterni. Uno stimolo per altri poco significativo viene ‘sentito’ in un modo molto accentuato. La risposta allo stimolo è ugualmente eccessiva, si diventa cioè iper-responsivi.

Si oscilla continuamente tra inibizione e intensità emotiva, vivendo una notevole instabilità emotiva.

L’instabilità emotiva

Non si possono regolare autonomamente gli impulsi (ecco perché si parla di dis-regolazione) che causano tempeste emotive incontrollabili. Ecco spiegati i modi spesso aggressivi o comunque sconsiderati.

Di queste azioni poi spesso ci si sente in colpa e generano vergogna. Ci si convince di non valere niente, di essere sempre in difetto, di non essere capace di stare nel mondo come gli altri e in fondo di non essere degno di avere una vita normale.

La sofferenza relazionale

L’instabilità emotiva coinvolge inevitabilmente le persone con cui si relaziona perciò anche i rapporti sono sempre instabili e fragili.

La persona con diagnosi borderline vive gli affetti intensamente, in modo sempre burrascoso e doloroso. Tra un litigio e una conciliazione, nel continuo terrore dell’abbandono ma con il bisogno di allontanarlo per non fondersi con lui.

L’angoscia abbandonica

Nel tentativo di gestire la profonda angoscia di essere abbandonato si aggiustano la distanza relazionale e il tono affettivo ed emotivo del coinvolgimento. C’è un profondo senso di indegnità che non aiuta a percepisce nettamente chi si è e cosa si vuole. Si è sempre alla ricerca di segnali esterni per avere indicazioni su che cosa pensare, sentire, agire.  La vita è sempre in allerta.

La sofferenza depressiva

La persona borderline si sente continuamente inadatta perciò soffre di pensieri depressivi. Per questo cerca di punirsi ed espiare il suo senso di colpa facendosi del male (aggressività auro-riferita, punitiva ed espiatoria).

I passaggi all’atto, repentini e violenti (impulsivi), sono spesso autolesivi (tagli, bruciature, condotte masochistiche ecc.) oppure caratterizzati da scoppi di rabbia improvvisi. Tutto questo alternato a momenti fortemente depressivi, spesso accompagnati da pensieri suicidari.

In questa situazione l’individuo non riesce ad immaginare di stare bene, ma cerca solo di stare “il meno male possibile”, con le sue condotte devianti (ad esempio l’uso di sostanze) cerca di non pensare al dramma della sua sofferenza e di non sentire il male.

Confusione e disagio sulla propria identità

Chi vive questo disturbo non riesce a fare tesoro della propria esperienza e non riesce a mantenere una continuità con il passato.

Il suo modo di sentire e di pensare è sempre considerato inadatto, sbagliato. Dall’invalidazione non si è potuta costruire una identità propria, un modo proprio di essere e di rispondere al mondo.

Si vive una confusione rispetto alla propria identità e le relazioni sono indeterminate. È assente la continuità tra presente e passato, perciò definisce se stesso in base ai segnali raccolti nel presente, che acquisiscono importanza eccessiva rispetto allo stimolo.

Leggi qui una testimonianza da parte di una delle nostre ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *