Centri ArtemisiaNews

Evento contro la violenza sulle donne: ”l’amore è un colpo di pistola”

Ieri si è tenuto l’evento, organizzato dai due progetti Interreg Italia-Svizzera ”Young Inclusion” e ”WaW – Women at Work”, dal titolo ”Violenza di genere, come uscirne”.  L’incontro si è svolto presso la Sala della Provincia di Monza, nel quale sono intervenuti diversi relatori tra cui varie figure politiche attive sul tema nel territorio regionale. Tra questi anche la Dott.ssa Patrizia Gilardi, coordinatrice della comunità La Bussola di Merate che accoglie donne con figli in situazione di disagio familiare, sociale e psicologico. Questa comunità rientra in quelli che noi denominiamo ”Centri Artemisia” i quali fanno parte della rete territoriale per il contrasto alla violenza sulle donne.

Per avere maggiori informazioni sul Convegno consigliamo di leggere l’articolo di Young Inclusion ”Giornata contro la violenza di genere, Young Inclusion presentato in Provincia MB”.

In particolare, durante l’evento, siamo stati partecipi di una performance del gruppo musicale/artistico composto da Andrea Motta ed Adriana Bagnoli in cui musica e parole hanno dato luogo ad un momento di riflessione artistica sul tema della violenza sulle donne.

Sono stati letti dei passi di Dante, tratti dalla Divina Commedia, sulla donna, sul desiderio, sulla fragilità e sulla guida della donna per l’uomo, rendendo così visibile e palpabile a tutti i partecipanti la sensibilità di Dante nei confronti della donna.

Gli artisti hanno poi cantato un brano di Brunori SAS dal titolo ”colpo di pistola”. Quest’intervento ci è parso molto appropriato e ci ha colpiti profondamente. E’ stato il momento in cui hanno accompagnato l’evento in un turbinio di emozioni e pensieri, raccontando quell’amore incondizionato che a volte si può trasformare in violenza.

Per chi volesse approfondire segnaliamo il bellissimo articolo del Dott. Giovanni Callegari, pubblicato sul sito di Odòn, dal titolo ”Chi è il criminale affettivo”.

”Forse per non sentire ancora un altro no
Uscire dalla sua bocca adorata
Prima l’ho uccisa e dopo l’ho baciata”

Brunori SAS