Senza categoria

Sono Saraswathi e vi dico non siate indifferenti ai segnali di disturbi alimentari

Oggi 15 marzo è il giorno del fiocco lilla, alcune sanno di cosa sto parlando, altre no. Per chi non sapesse a che cosa è legato il fiocco lilla ora saprà. Il fiocco lilla è il simbolo della LOTTA contro i disturbi del comportamento alimentare! Il fiocco lilla ha origine in America e rappresenta da più di 50 anni la lotta contro i disturbi alimentari.

Il fiocco lilla è stato creato per diffondere la consapevolezza di questo disturbo. La buona notizia è che il disturbo alimentare si può curare! I disturbi alimentari iniziano di solito all’inizio dei 12/13 anni se non anche prima, sono più spesso a soffrire di questo disturbo le ragazze ma anche i ragazzi. Per questo penso che sia una “malattia” che non va sottovalutata; essa è grave quasi quanto un tumore. Certe ragazze/i arrivano a livelli veramente non pensabili, magari sono alti o bassi di statura, ma è il peso che li fa arrivare alla morte, che sia troppo basso o troppo alto. Il nostro corpo crolla in entrambi i casi.

I disturbi alimentari NON sono da sottovalutare! Non sono da sottovalutare! Molto spesso ci si mette un obbiettivo di peso da raggiungere ma poi si va oltre a quell’obbiettivo. Molte ragazze/i muoiono a causa di questo disturbo perché non hanno più il controllo del loro corpo, della loro mente! Ma si può vincere, contro questo disturbo e quindi mi permetto di fare un applauso a tutti coloro che hanno avuto o hanno questo disturbo, e non è finita!

Non dimenticate che esistono persone con le quali potete consultarvi e farvi dare un freno prima di arrivare al limite, non siete mai soli, ci sarà SEMPRE qualcuno che si accorgerà di voi, che voi vi vestiate larghi/e per coprire un corpo esile o un corpo troppo ricco. Perché questo disturbo lo si può vedere, vedere dagli occhi della persona che ne soffre, dai sui atteggiamenti ai suoi “capricci”. Si può guarire!   

N.B: Ai genitori, voi che spesso cercate di proteggere i vostri bambini/adolescenti vi do qualche consiglio per rendervi conto se vostro figlio/a soffre di disturbi alimentari.

1: Durante i pasti fatti in tavola vostra figlia/o dice di non avere fame oppure che ha bisogno di andare in bagno, così da poter evitare il momento pranzo e cena.

2: vostra/o figlia/o dopo ogni pasto vi dice “vado in bagno che devo fare una doccia”, di solito questa scusa è la più frequente perché è permette con il rumore dell’acqua di sottofondo di mascherare i loro colpi di tosse, i colpi di tosse sono dovuti alle dita in gola che facendo sforzo e stimolando lo stomaco a svuotarsi il corpo emette dei segnali come per dire “mi stai facendo male” ma ovviamente questa voce non viene MAI ascoltata.

3: Durante o dopo il pasto la ragazza/o bevono, bevono magari una bottiglia d un litro, di acqua o più frequentemente di latte. Perchè bevono così tanto durante o dopo il pasto? per impedire allo stomaco di digerire e quindi bevendo molto il cibo diventa più facile da espellere quando si va in bagno a vomitare.

4: Le loro continue uscite spesso senza spiegazioni con rientri in casa ritardati, sono simbolo del fatto che vanno a camminare o correre per smaltire le cose mangiate in caso voi vi siate già resi conto del disturbo e quindi tendete a chiedere le porte dei bagni.

5: controllate ogni tanto, nonostante l’età della propria figlia/o le loro ricerche su internet, perché ci sono mille pagine chiamate “Pro Ana” (anoressia) dove vengono dati consigli per perdere peso in un lasso di tempo minore di quello normale.

Sono Saraswathi e per esperienza personale dico queste cose, non siate indifferenti.

2 pensieri su “Sono Saraswathi e vi dico non siate indifferenti ai segnali di disturbi alimentari

  1. Molto interessante, oltre che per i ragazzi, anche per i genitori. Spero siano in molti a leggerlo ed a seguirne i consigli. Complimenti all’autrce!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *