Centri Snodi

La paura non ha vinto. Grazie Artemisia Junior per avermi teso la mano.

12/06/2019

“Scrivo questa lettera perché alla fine di un percorso bisogna mettere un punto, ma anche portarci qualcosa dentro. Avevo 16 anni quando sono entrata [in comunità], ero impaurita e molto molto fuori dal reale. Se dovessi tornare indietro probabilmente non mi riconoscerei. Ero piccola eppure le avevo vissute tutte e non mi sono goduta la parte che tutti reputano ‘la migliore di una vita’.

Nel mio piccolo ho incontrato tantissime persone, tantissime ragazze che diversamente da me erano simili. Sono stati anni lunghi e difficili, ci sono stata cadute e qualche vittoria. Sono riuscita a raggiungere molti obbiettivi (che forse prima non mi sono prefissata) ma il principale è stato quello di stare bene con me stessa.

Grazie agli operatori

E ringrazio, ringrazio continuamente chi ha tentato e è riuscito a fare il meglio per me, ringrazio che mi ha dato la mano e chi mi ha teso il braccio. Ringrazio tutta l’equipe che piano piano mi ha fatto sentire a casa; le ragazze che mi hanno sempre sostenuto. Non smetterò mai di ringraziare questo posto che ha fatto di me una nuova ragazza, ancora fragile ma un pó migliore. È stato faticoso e insopportabile. È stato un insieme di tante cose, di tante emozioni e soprattutto di tanti ricordi.

Un incoraggiamento a chi soffre…

Promettetemi che andrete avanti, che non rinuncerete solo perché esiste la paura, che non vi fermerete solo perché esistono i problemi, che quando vi chiederanno «cosa volete essere» risponderete «tutto quello che vorremo essere». Promettetemi che farete selezione: che sceglierete con criterio quello che vi può ferire, che non vorrete rovinarvi con ciò che non ha una soluzione, che non vi consegnerete a ciò che serve solo a uccidervi e non a farvi vivere, che manderete al diavolo ciò che si trova sul vostro cammino solo per essere mandato al diavolo!

Promettetemi che vi rispetterete non rispettando ciò che vi impedisce di sognare, che preferirete camminare in equilibrio su di una corda piuttosto che avere una corda al collo. Promettetemi che non smetterete mai di essere voi stessa. Che non smetterete mai di credere in voi, sapendo che dentro avete un mondo di colori che hanno solo bisogno di crearsi. Datevi tempo e non abbiate fretta di avere tutto subito. E dolcemente continuate a galleggiare e a nuotare per percorrere il vostro viaggio, unico e irripetibile e spero solo che troverete tanti motivi per cui valga la pena lottare. “

Vi ringrazio di avermi accompagnato nel mio percorso. Spero di avervi trasmesso qualcosa perché a me voi tutti avete dato molto. In qualsiasi situazione so che mi porteró sempre qualcosa di voi e indubbiamente sarete sempre una pietra miliare del mio percorso di vita personale!

Grazie

Sabina D’Angelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *